residenza sant'ubaldo

Accoglienza

accoglienza anziani

Il giorno in cui un nuovo ospite viene ad allargare la nostra famiglia è estremamente importante e delicato e, se gestito male, potrebbe essere un momento traumatico. Per questo la fase dell'accoglienza richiede una programmazione attenta con un approccio familiare.

E' molto importante che l'anziano venga preparato nel modo giusto dai familiari e che possa conoscere gradualmente e in anticipo le persone che diventeranno i suoi nuovi punti di riferimento.

Per questo programmiamo un incontro a domicilio sia per raccogliere informazioni generali e sanitarie che per ascoltare le esigenze del nostro nuovo ospite, diventare amici e contribuire a facilitare il passaggio alla nuova situazione.

Nel giorno programmato per l'arrivo il direttore, il personale di assistenza e l'infermiere sono a totale disposizione dell’anziano per accompagnarlo sia fisicamente che emotivamente nella sua nuova casa, in modo che si senta da subito accolto e benvoluto e possa inserirsi serenamente nella vita della comunità.

Le visite di familiari e amici sono utili ed importanti quanto qualsiasi terapia o attività riabilitativa. Per questo, ad eccezione di alcuni momenti particolari (ad esempio il giro del medico al mattino), i parenti possono venire a trovare i loro cari quando lo desiderano.


Lo staff

La direttrice è la coordinatrice della Residenza per anziani, nonché il fulcro di riferimento per l’intero staff, che con passione si dedica al benessere degli ospiti ed al corretto funzionamento della struttura.

Il medico è disponibile ad ogni richiesta, esigenza o necessità degli ospiti, occupandosi dell’aspetto sanitario per il benessere e la salute degli anziani.

Tutti gli operatori e gli assistenti sono qualificati ed esperti nello svolgimento delle loro mansioni, garantendo un corretto svolgimento delle attività quotidiane.


Una giornata tipo

La giornata dei nostri ospiti inizia alle ore sette con la sveglia, la pulizia personale e l'aiuto da parte delle assistenti per iniziare le attività.

Dalle 8.00 si può fare colazione, alla quale seguono le attività libere (informazione, ricreazione) e quelle programmate (riabilitazione, animazione).

Dalle 12.00 viene servito il pranzo, seguito da un po’ di riposo.

Dalle 14.30 riprendono le attività programmate con una pausa per la merenda.

Dalle 18.30 viene servita la cena, seguita da un momento di distensione.

Dalle 20.00 gli ospiti vengono aiutati a sistemarsi nelle loro camere per trascorrere la notte.